Rai: Di Maio, senza intesa no presidente

Rai il cda non può operare senza presidente

I pareri espressi dai giuristi Bruno De Vecchio, Luigi Principato e Beniamino Caravita Di Toritto, depositati in commissione di Vigilanza, sono molto chiari: senza un presidente legittimamente in carica, ogni decisione che assumerà il Cda sarà 'in frode alla legge', a rischio 'inefficacia, nullità e illegittimità'.

"Allo stesso modo - prosegue il sindacato - il no alla proposta di nominare Riccardo Laganà, consigliere eletto dai dipendenti, è la prova che l'obiettivo non è mettere l'azienda in condizione di operare, ma solo occuparla". Dopo l'appoggio leghista, anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha osservato che quello di Foa "è un profilo di tutto rispetto, è una persona assolutamente adeguata per come l'ho valutato io sul profilo curriculare". Basta arroganza e prevaricazioni. Il nome di Foa e' stato bocciato dal Parlamento e va archiviato.

Nei giorni scorsi il leader della Lega e vice premier Matteo Salvini, che sta cercando di arrivare a un'intesa con Forza Italia, ha detto che Foa deve essere ricandidato alla presidenza della Rai.

Continua lo stallo sulla nomina dei vertici Rai dopo il no a Marcello Foa presidente, il candidato supportato da Lega e Movimento 5 stelle.

Il capogruppo Pd in Commissione di Vigilanza Rai Davide Faraone ha annuncia che questa mattina l'ufficio di presidenza della commissione "si è riunito ed ha deciso all'unanimità di inviare una lettera al CdA della RAI affinché domani si pronunci sulla scelta di un nuovo Presidente dopo la bocciatura parlamentare di Marcello Foa". Spazio che avrà la sua fruibilità anche attraverso il web Rai. Non escluso ricorso a Consulta' (Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Roma, 07 ago - Nella missiva alle istituzioni Barachini segnala inoltre, citando anche pareri legali, interviene anche sui poteri e le funzioni del consigliere anziano, puntualizzando secondo lo stesso Statuto Rai sono "oggettivamente circoscritti e non dilatabili".

Di fatto nell'ordine del giorno di convocazione del Cda per mercoledì si legge al primo punto 'elezione del presidente'. "L'approvazione del contratto di produzione di 'Un posto al sole' consentira' alla Rai di assicurarsi la prosecuzione della fiction storica di Rai3 - capace di raccontare con semplicita' e genuinita' il quotidiano con particolare attenzione alle tematiche sociali - che viene interamente realizzata all'interno del Centro di produzione Rai di Napoli", conclude la nota.

Correlati:

Commenti