Notte di San Lorenzo 2018: come vedere le stelle cadenti

DANIEL REINHARDT  AFP  Getty Images

Inoltre quest'anno ci saranno anche le condizioni di osservazione ideali, perché la Luna sarà nuova l'11 agosto.

Lo spettacolo delle stelle cadenti sarà straordinario: l'assenza della Luna, infatti, consentità di avvistare un numero enorme di meteore con una visibilità assolutamente migliore.

Come ormai risaputo la "pioggia di stelle" non è circoscritta nella sola notte del 10 agosto, ma anche nei giorni a seguire, il picco quest'anno è dal 12 al 13 agosto. Per osservarle al meglio si deve scegliere un luogo buio. Non c'è bisogno infatti di particolari strumentazioni, ma bastano gli occhi. Lo sciame delle Perseidi è originato dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862 e l'ultimo passaggio risale al 1992.

Inoltre, la frequenza di meteore visibili dipende anche da altri fattori, a esempio da come la Terra attraversa la nube di polveri che le ha generate: "se la centra in pieno o se la sfiora e se questo capita in pieno giorno o di notte". Questi granelli penetrano a gran velocità nell'atmosfera terrestre, bruciandosi e lasciando la loro caratteristica scia. Sta per arrivare la notte di San Lorenzo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie