De Laurentiis: "Amo Napoli, farò un rosso di bilancio"

Maksimovic su Instagram Buon compleanno Napoli felice di far parte di questa squadra

I lavori di ristrutturazione procedono a rilento e c'è il rischio che per il 25 agosto, quando sarà in programma il primo match casalingo degli azzurri contro il Milan, l'impianto non sia pronto.

Aurelio De Laurentiis, nuovo proprietario del Bari, in un'intervista rilasciata a Radio Kiss Kiss ha parlato della sua nuova avventura in Puglia: "Capisco che chi fa il tifoso non è dentro un club, così come il giornalista che però sugli acquisti possibili può lavorare in maniera più semplice, senza creatività che invece serve". La programmata riunione è quindi saltata. L'oggetto del contendere è sempre lo stadio San Paolo. Non bisogna raccontare bugie. "Io con umiltà ho preso questa squadra dalla Serie C. Oltretutto siamo già in perdita: il monte ingaggi è quintuplicato e abbiamo già speso tutti i soldi incassati per Jorginho, che ci verranno versati nei prossimi 3-4 anni".

Archiviata la pratica Bari, Aurelio De Laurentiis torna a pensare e a parlare di Napoli. Voleva essere aiutato dal credito sportivo ma con un dissesto in atto è impossibile.

IL COMUNE Se il patron è di umore nero, quello di Auricchio è delle stesse tonalità. Dovrebbe contare bene, ci sono varie professionalità. Tra l'altro l'area non confligge assolutamente con il terreno di gioco. "Per noi conta la tutela del bene pubblico, materia sulla quale De Laurentiis non è abbastanza preparato e che non conosce bene". Questa estate non avevamo un limite di spesa, sono così amante del Napoli che mantengo un budget aperto tutto l'anno.

Correlati:

Commenti


Altre notizie