Legionella: salgono a 42 le persone contagiate, 2 nuovi casi

Legionella nel milanese c’è una quarta vittima

In totale le persone contagiate nelle ultime settimane sono 42.

Alcuni pazienti sono infatti tuttora nelle strutture ospedaliere: tredici a Niguarda, sette al Bassini di Cinisello Balsamo, uno al Sacco di Milano, uno al San Gerardo e un altro ancora a Catanzaro, pur trattandosi di un cittadino residente a Bresso.

Continua a scatenare una enorme preoccupazione la legionella, poiché a Bresso sono appena stati registrati due nuovi casi di infezione da questo batterio.

Ci sono 4 nuovi casi di Legionella a Bresso. Ad ogni modo, tutti gli impianti condominiali di Bresso saranno controllati per accertare la presenza del batterio.

"La situazione rimane complessa, tre nostri concittadini hanno perso la vita per le complicazioni arrecate dal batterio e, ad oggi, ancora diversi malati sono ricoverati presso gli ospedali", ha spiegato Cairo. L'analisi delle acque interesserà anche gli impianti centralizzati e un campione di appartamenti negli stabili. C'è poi un consigliere municipale di Forza Italia a Milano tra i ricoverati per la legionellosi. Visto come sono andate le cose finora, il rischio che salgano ulteriormente è reale.

Le autorità di Bresso stanno procedendo a effettuare i controlli necessari e a mettere in sicurezza l'area. Tutti risultati negativi, però. Precisamente nei Laboratori di Prevenzione di ATS di Via Juvara e di Parabiago sono in corso di analisi 352 campioni prelevati presso 32 abitazioni e 29 siti sensibili esterni.

Altre due persone sono state contagiate dalla legionella a Bresso, cittadina alle porte di Milano.

Nel 2014, in questa stessa zona, erano già stati riscontrati casi di infezione da batterio. La procura di Milano ha avviato gli accertamenti per capire quale sia la differenza tra il contagio attuale e quello passato.

Correlati:

Commenti


Altre notizie