Sofia, una voce spettacolare, si è spenta a 26 anni

Addio a Sofia su Facebook aveva raccontato la sua lotta contro il cancro

Eppure aveva vinto, sia la malattia che il dolore di non poter realizzare il proprio sogno.

Su Facebook aveva raccontato la sua battaglia contro il cancro, quell'osteosarcoma che l'aveva colpita undici anni fa, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, - Ladyblitz clicca qui -Cronaca Oggi, App on Google Play] quando era solo una ragazzina di 15 anni. E in migliaia hanno voluto lasciare un ricordo quando sulla pagina di Team For Children è stato messo l'annuncio della morte: "Ciao Sofia, hai cantato per aiutare i bambini ammalati ma purtroppo nessuno ha potuto aiutare te.Continua a cantare ora che sei libera.". Il suo seguito era via via aumentato, spingendola a continuare quell'avventura on-line e scoprendo che il web poteva essere il luogo giusto per sfogarsi e trovare conforto ma soprattutto per portare la sua testimonianza agli altri. Mi hai fatto però riscoprire l'amore infinito di un papà e una mamma, la presenza costante dei miei amici, l'affetto di persone sconosciute, la gratitudine di essere viva in questo mondo e la bellezza di ciò che sono, anche se con molti difetti.

Addio a Sofia su Facebook aveva raccontato la sua lotta contro il cancro
Condividi

La 26enne di Cadoneghe era stata di grandissima ispirazione per il suo coraggio nell'affrontare il cancro e per la sua voglia di vivere che sembrava non avere nè limiti nè confini. Sono sei mesi ormai che stringo i denti... "Intanto sono arrivata qui, vai Sofy". L'ultimo risale al 5 luglio. "Eh sì, sono stata pessima lo so, non ho più scritto una parola, non so cosa mi stia succedendo - diceva -.Poi non volevo scrivere sempre di brutte notizie, hanno rotto ste brutte notizie. Ho avuto in compenso tanto tanto male alla spalla e dunque al polmone, sono andata perfino in pronto soccorso ma oltre qualche antidolorifico non si può far nulla".

Ogni giovedì si presentava all'appuntamento con i suoi follower, e lasciava un messaggio di speranza su Facebook. E questa volta, la meglio, l'ha avuta la malattia. Imparate ad assaporare ogni aspetto, bello o brutto. Cercare sempre di più, ma perché? "Comunque godetevi il percorso, è quello che fa la differenza".

Correlati:

Commenti


Altre notizie