Legionella: salgono a 46 i contagiati

Legionella due turiste di Bresso ricoverate al San Paolo di Savona

La malattia, che consiste in un'infezione scatenata dal batterio Legionella pneumophila, ha come sintomi difficoltà respiratorie di vario tipo, tra cui tosse e presenza di catarro, dolore al petto, mal di testa, aumento del ritmo respiratorio, febbre, brividi e dolori muscolari.

Sono 4 i nuovi di pazienti contagiati dal batterio della legionella nel comune di 27mila abitanti alle porte di Milano: due settimane dopo l'accertamento dei primi casi, i malati hanno raggiunto quota 46. Lo comunica, in una nota, l'Ats Citta' Metropolitana del capoluogo lombardo. "Gli esiti delle analisi microbiologiche si attendono per i prossimi giorni". In totale sono 23 i pazienti ancora ricoverati: 13 al Niguarda, 7 all'ospedale Bassini di Cinisello Balsamo, 1 al Sacco, 1 al San Gerardo e 1 all'ospedale Mater Domini di Catanzaro.

Fra i contagiati c'è anche Maurizio La Loggia, 55 anni, consigliere di Forza Italia del Municipio 9 di Milano.

L'Ats, insieme all'amministrazione comunale di Bresso, ha incontrato gli Amministratori di Condominio Associati ai quali è stato chiesto di effettuare il campionamento dell'acqua di tutti gli impianti condominiali della cittadina dell'hinterland milanese, degli impianti centralizzati e delle abitazioni. Nei laboratori di prevenzione sono in corso analisi di "396 campioni prelevati presso 37 abitazioni e 29 siti sensibili esterni". "Questa attività - prosegue la nota - verrà integrata con le analisi in corso negli appartamenti delle persone che hanno contratto l'infezione".

Correlati:

Commenti


Altre notizie