Sergio Marchionne, l’ex Amministratore delegato della Fiat in fin di vita

F1, Marchionne potrebbe versare in condizioni ben più gravi: coma e tumore per l'ex presidente della Ferrari?

Alfredo Altavilla, che si è dimesso da responsabile Europa di Fca, è laureato in Economia all'Università Cattolica di Milano.

L'addio di FCA a Sergio Marchionne potrebbe aver aperto le porte ad una inattesa reazione a catena. Fuori da Confindustria e dall'Italia, spostando la sede in Olanda, infischiandosene di quanti miliardi di lire il governo aveva destinato a Torino dal dopoguerra in poi con la beffa finale di un inglese come suo successore. Altavilla è stato anche a capo della divisione motori FPT e di Iveco e ha ricoperto un ruolo fondamentale nel 2002 quando, per conto del gruppo Fiat, ha lavorato per sancire la fine della brevissima collaborazione con General Motors. Fca è riuscita a contenere le perdite, cedendo l'1,5% a 16,17 euro, dopo aver toccato un minimo in giornata di 15,5 euro. Ordini in vendita anche su Exor (-0,14% a 55,52 euro) e Cnh (-0,29% a 8,97 euro). Sul Nyse, Fca ha segnato -3% a 18,8 dollari nei primi scambi mentre Ferrari è scivolata del 4,6% a 133,7 dollari. La peggiore è stata Ferrari, in cui Marchionne avrebbe mantenuto le cariche di presidente e ceo fino al 2021 e chiamata a presentare il piano industriale in settembre: la "rossa" - anche dopo la beffa subita ieri al Gp di Hockenheim da Sebastian Vettel - ha chiuso in ribasso del 4,88% a 113,95 euro, scontando comunque secondo gli esperti un prezzo di borsa su multipli elevati e il lungo rally da inizio anno.

"Il Consiglio ha quindi deciso di nominare John Elkann Presidente e proporrà all'assemblea degli azionisti, che verrà convocata prossimamente, di nominare Louis C. Camilleri Amministratore Delegato". L'ex amministratore delegato del gruppo Fca è ricoverato da fine giugno in una clinica a Zurigo, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico. Secondo Equita, ad esempio, la nomina di Manley "è ragionevole, trattandosi del responsabile del brand Jeep dal 2009 e Ram dal 2015, la cui crescita è indispensabile per centrare l'ambizioso business plan" presentato a Balocco il 1 giugno.

Tutta la redazione di Infomotori augura a Sergio Marchionne di rimettersi e scongiurare i gravi problemi di salute che lo stanno affliggendo in queste ore. Per molti, sarà inevitabile un aumento di volatilità sul titolo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie