Chiara, autopsia conferma morte per shock anafilattico

Muore a 24 anni dopo la cena al ristorante

Ora verranno effettuate "analisi chimico-alimentari per cercare di individuare l'allergene" che ha ucciso la giovane. Invece sarebbe morta a causa di uno choc anafilattico, Chiara Ribechini, la 24enne di Navacchio (Pisa) morta due giorni fa a seguito di una grave reazione allergica dopo aver cenato in un locale.

La salma sarà restituita giovedì 19 luglio alla famiglia.

Entro domani, secondo fonti investigative, saranno sentite le persone che hanno trascorso la serata con Chiara e lo staff del ristorante.

Come aveva fatto molte altre sere senza problemi.

Nel frattempo, la cucina del ristorante è finita sotto sequestro.

L'iniezione di adrenalina per tentare di bloccare la reazione allergica sarebbe stata fatta sulla gamba della ragazza ma non è chiaro se l'ago si sia piegato o meno causando un'assunzione non sufficiente del farmaco. Dubbi sui quali dovranno dare risposte definitive le indagini della procura. La donna, Chiara Ribechini, è deceduta dopo aver mangiato nel locale domenica sera.

Domenica però qualcosa è andato storto e durante il viaggio di ritorno in auto insieme al fidanzato Chiara ha cominciato a sentirsi male e ad accusare una gravissima crisi respiratoria. Quando è stata colta dal malore, la 24enne ha immediatamente utilizzato i medicinali che portava sempre con sé per le emergenze. Il medico ha praticato alla giovane il massaggio cardiaco e la respirazione assistita ma è stato tutto inutile: Chiara è morta.

Correlati:

Commenti


Altre notizie