Johnny Depp modifica il tatuaggio dedicato alla sua ex

Johnny Depp sul palco con gli Hollywood Vampires

L'attore dovrà difendersi in tribunale.

Nel processo, depositato presso la Corte Suprema di Los Angeles, Gregg "Rocky" Brooks afferma di aver lavorato come location manager in uno dei film di Johnny Depp l'anno scorso, quando la situazione è precipitata durante le riprese al Barclay Hotel nel centro di Los Angeles. Brooks venne cos' prima ricoperto di insulti da Depp, e poi preso a pugni nelle costole.

La modifica del tatuaggio non è l'unica novità che negli ultimi tempi ha riguardato il nostro caro Johnny Depp. Oggi la causa si è avviata, ma dalla parte dell'attore si scaglia il regista Brad Furma: "I film possono essere stressanti e spesso i non-eventi vengono esagerati". Dopo aver sforato per ben due volte il coprifuoco, al manager è stato intimato di rispettare le regole. L'episodio incrminato sarebbe avvenuto ad aprilre del 2017 sul set del film "City of lies".

Ma non sarebbe un caso isolato: negli scorsi mesi Depp era stato denunciato dai suoi stessi bodyguard, che avevano parlato di continui abusi di droghe. Secondo Mr Brooks, il team di produzione aveva il permesso di filmare fino alle 19:00 fuori dall'hotel e fino alle 22:00 all'interno dell'edificio. Depp avrebbe reagito in maniera scomposta, spaventando Brooks che sarebbe andato a cercare un agente di polizia per avere protezione. Secondo quanto riferito dall'uomo al momento della denuncia, Johnny Depp lo avrebbe aggredito sia verbalmente che fisicamente sferrandogli pugni allo stomaco. A seguire si sarebbe consumato un siparietto alquanto bizzarro con Depp che diceva al manager: "Colpiscimi, ti do 100mila dollari se mi dai un pugno in faccia ora".

Brooks ha detto di essere stato licenziato dalla produzione tre giorni dopo l'accaduto, quando si è rifiutato di firmare una liberatoria per rinunciare al suo diritto di citare in giudizio l'incidente.

Correlati:

Commenti


Altre notizie