De Vrij: "La Lazio? Ho dato tutto fino alla fine"

De Vrij: «Lazio-Inter è il passato e non ho nulla di cui vergognarmi»

Oggi è la volta di Stefan de Vrij, che ha risposto live su Facebook alle domande dei tifosi prima di presentarsi in sala stampa. L'arrivo di CR7 alla Juve? Nessuna preoccupazione per Cristiano Ronaldo alla Juventus: "Per il calcio italiano è bellissimo - ha concluso - ma io sono concentrato sull'Inter". Se rigiocherei quella partita? "Non solo la società, ma pure il mister che mi ha voluto così tanto".

"La società mi ha dato subito fiducia, nessuno mi ha voluto così fortemente e credo nel progetto e nelle ambizioni della società. Credo nel progetto e con la squadra abbiamo le stesse ambizioni, sono convinto di aver fatto la scelta giusta".

Sulle spalle di Stefan De Vrij ci sarà la maglia numero 6.

Ho preso il 6 perché mi è sempre piaciuto.

Ho giocato in entrambi i moduli.

Ha salutato la Lazio? "Ci siamo salutati e ci siamo dati un in bocca al lupo". "Nessuno mi ha voluto come l'Inter, ringrazio anche l'allenatore che mi ha voluto tanto, voglio ripagare la fiducia".

"Mi dispiaceva per l'ultima partita ma tutti quelli che mi conoscono non hanno dubbi della mia persona e serietà".

Non so quando è stato.

Che ruolo vuole ricoprire nello spogliatoio?

ESEMPIO - "Provo ad essere un esempio in quello che faccio e nel lavoro". Provo ad aiutare i compagni come posso.

"Il ritiro è una bella esperienza, importante per conoscere i compagni e fare bene come squadra". Il nerazzurro mi piace, mi dicono anche che mi sta bene addosso.

Che ti ha detto Spalletti?

L'anno scorso nello spareggio per andare in Champions League proprio de Vrij ha commesso un fallo da rigore, contribuendo alla rimnota dei nerazzurri: "Ormai il passato non si può rivivere, è andata come è andata e se mi guardo allo specchio sono sereno con me stesso. Siamo molto ambiziosi e vogliamo fare bene in tutte le competizioni".

Correlati:

Commenti


Altre notizie