La Thalassa salva 66 migranti, il Viminale dice no allo sbarco

Migranti, Salvini: “Porti italiani chiusi anche alle navi militari europee”

Secondo il Viminale, la Vos Thalassa "ha anticipato l'intervento della guardia costiera libica che era già stata allertata" e ha lasciato i migranti alla Diciotti, "che pure era più lontana rispetto ai libici che stavano entrando in azione". "Giovedì porterò al tavolo di Insbruck la richiesta dello stop non solo per le ong, ma anche per le navi militari internazionali", ha detto il leader della Lega.

Martedì mattina i 67 migranti soccorsi dalla Vos Thalassa sono stati trasbordati sulla nave Diciotti, della Guardia costiera italiana. "Ora avanti con le indagini per punire i facinorosi". Improbabile appare anche che altri Paesi europei possano accettare di accogliere migranti salvati da una nave italiana e ora a bordo di un mezzo militare italiano.

Poi su Twitter il ministro dell'Interno ha aggiunto: "Purtroppo i governi italiani degli ultimi 5 anni avevano firmato accordi perché tutte queste navi scaricassero gli immigrati in Italia".

I migranti hanno minacciato l'equipaggio, che si è dovuto asserragliare nel ponte di comando. Questo nonostante la nave sia intervenuta prontamente in seguito alla segnalazione di soccorso proveniente dalle acque libiche Sar ed inviata da un barcone in avaria.

A confermare la rivolta sulla Vos Thalassa è stata anche la guardia costiera libica, sentita dall'agenzia di stampa Agi.

Il comandante della nave, si legge in una nota, "in diverse comunicazioni anche via mail alla Centrale operativa della Guardia costiera a Roma, ha segnalato una situazione di grave pericolo per la security della nave e del suo equipaggio, composto da 12 marittimi, tutti di nazionalità italiana, causato da atteggiamenti minacciosi nei confronti dell'equipaggio stesso da parte di alcuni migranti, all'arrivo in zona della Guardia costiera libica". La decisione di Matteo Salvini è arrivata nella serata del 9 luglio, quando il vice premier ha dichiarato che non darà alla Von Thalassa, nave di proprietà di una compagnia privata e battente bandiera italiana, il permesso di attraccare in uno dei porti del Belpaese. La guardia costiera italiana - è il discorso di Salvini - non può sostituirsi a quella libica, soprattutto se i colleghi africani sono già entrati in azione.

Altro tema cruciale affrontato da Salvini durante l'intervista è quello dei migranti registrati nel nostro paese e che Germania e Austria vorrebbero rispedire in Italia: "Fanno il loro interesse, ovviamente". Ma questa mattina, dopo un consulto con il ministro dei Trasporti Toninelli e con Luigi Di Maio, il Viminale ha fatto sapere che i migranti non verranno sbarcati in Italia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie