GP Gran Bretagna 2018: la gara in diretta live streaming

Lewsi Hamilton quattro volte campione del mondo

Ma gli altri due piloti che hanno fatto registrare i tempi migliori sono compresi in appena 98 millesimi di secondo: sono le Ferrari di Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, che nella terza fase delle qualifiche hanno migliorato parecchio i loro tempi sul giro.

La magia si è rotta davvero. Davanti a migliaia di inglesi con altrettante bandiere e soprattutto davanti all'idolo di casa Lewis Hamilton. Non succedeva da sette anni, l'ultimo a riuscirci era stato Alonso. Quarto tempo e seconda fila per Valtteri Bottas, con la Mercedes. Seb ha giovato del contatto fra Raikkonen e Hamilton in curva 3 per poi guidare la gara da leader e ritrovare la prima posizione dopo il sorpasso su Bottas nei giri finali: "La teoria di Lewis è sciocca - riferendosi anche agli 'stratagemmi' citati da Hamilton sul podio - Nessuno parte con l'idea di buttare fuori un avversario rovinando anche la propria gara". "Negli ultimi 20 minuti, tutti si sono dedicati al lavoro sul passo gara, e anche in questa 'modalità le Ferrari si sono dimostrate competitive, con tempi tra 1'32" e 1'33". Il neozelandese è andato a schiantatarsi contro le barriere dopo che la sospensione anteriore sinistra della sua Toro Rosso ha improvvisamente e inspiegabilmente ceduto, trasformando la monoposto in un missile senza controllo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie