Trionfo Ferrari a Silverstone: Vettel vince un bellissimo Gp

Lewis Hamilton

Trionfo di Sebastian Vettel nella tana di Lewis Hamilton e della Mercedes. In seguito ci ha pensato lo stesso Ham a replicare il pensiero del suo dt, mentre sia il boss non esecutivo Niki Lauda, sia quello generale Toto Wolff hanno preferito andarci più cauti proclamandosi soltanto delusi per il secondo strike compiuto da una rossa in due gare.

Una frase davvero velenosa, successiva alla frasi di distensione di Hamilton, che sempre tramite i social aveva accettato le scuse di Kimi. Fino a qui tutto ok, compreso l'incidente al via tra Raikkonen ed Hamilton, una tipica esperienza di gara, verrebbe da dire, ma non è così che la cosa è stata vista dalla Mercedes, per cui l'episodio ha dato il via alle prime scaramucce che poi sono diventate polemiche e che adesso sono un continuo botta e risposta di cui si parlerà fino alla prossima gara. Appaiati in quota e ancora più distanti anche i due piloti Red Bull: su Verstappen e Ricciardo le giocate pagherebbero 151,00. L'inglese, in affanno, è stato sorpassato anche dal compagno di squadra Bottas e attaccato da Raikkonen: contatto ruota a ruota e testa coda per Hamilton, costretto a una gara in rimonta dalle retrovie. Maluccio Verstappen e l'Alfa Romeo: il primo crolla nella sua vecchia amica di nome Incostanza, il secondo invece si vede totalmente annulare una meravigliosa gara per cause a lui per nulla attribuibili.

Per Vettel è la 51esima vittoria in carriera. Tutto con il torcicollo che lha tormentato per lintera gara: “Ladrenalina mi ha guarito. È stata una gara fantastica. Sperando in aiuto degli altri piloti, nel senso di una safety car. Il campione del mondo in carica non è stato certo un esempio di stile; l'inglese, infatti, non si è limitato ad accusare il Cavallino, ma ha rifiutato per ben volte la stretta di mano di Raikkonen che cercava un chiarimento. Adesso Vettel ha 8 punti di vantaggio su Hamilton. Lewis finisce in coda ed inizia una grande rimonta, Raikkonen penalizzato di dieci secondi inizia a martellare e nel finale, dopo l'ingresso della Safety Car, la strategia della Ferrari beffa la Mercedes con Vettel che completa l'opera con un super soprasso su Bottas superato anche da Hamilton e da Raikkonen. Il mai domo Fernando Alonso, ci mette come sempre tanto della sua classe e porta al nono posto la McLaren, che pur passata ai motori Renault dopo aver ripudiato Honda, dimostrerebbe che i deludenti risultati non erano tutti da addossare ai giapponesi, se non fosse per l'asso asturiano.

Correlati:

Commenti


Altre notizie