Thailandia, il maltempo ritarda le operazioni di salvataggio dei ragazzini nella grotta

Ragazzi intrappolati in Thailandia si riduce l'ossigeno nelle grotte sub muore nei soccorsi

Uno è in condizioni serie: le novità sui soccorsi 08 luglio 2018 - agg. Dopo altre due ore saranno in totale 4 i ragazzi portati in salvo con una missione senza precedenti.

Per gli esperti, se i ragazzi fossero riusciti a raggiungere una sala rimasta al di sopra delle acque, avrebbero avuto una possibilità di salvarsi, ma sarebbero stati comunque esposti al rischio di ipotermia e mancanza di ossigeno. Riprenderanno alle 8 del mattino di domani, ora locale. Lo ha dichiarato questa mattina il ministro dell'Interno, Anupong Paochinda.

Narongsak Ossottanakorn, portavoce ufficiale delle operazioni di soccorso, ha comunicato che livelli di acqua che inondano parzialmente la grotta sono scesi in modo importante, e che ciò dovrebbe consentire ai ragazzi di camminare per gran parte del viaggio. "Sono al sicuro e stanno abbastanza bene" ha riferito un capo della polizia locale all'inviato della tv britannica Itv.

L'unica indicazione fornita era che il tempo necessario per far ricominciare l'operazione era di "10-20 ore", e al momento ne sono passate circa 17. I ragazzi saranno trasferiti in un ospedale di Chiang Rai, a circa 60 chilometri. Una volta che compaiono i primi sintomi del disturbo da stress post-traumatico, che possono essere "un aumento dell'ansia e dell'angoscia, gravi alterazioni del ritmo circadiano e del sistema nervoso, sottoposto ad esperienze altamente stressanti, bisognerà procedere alla terapia Emdr", cioè di desensibilizzazione e rielaborazione attraverso i movimenti oculari.

Di seguito foto e video delle condizioni particolarmente sfavorevoli in cui devono operare i soccorritori. Domani dunque si ricomincia.

Thailandia - Uno dei soccorritori dei dodici ragazzi bloccati nella grotta di Tham Luang nel nord della Thailandia è morto nella notte, per carenza di ossigeno, mentre stava rientrando alla base dei soccorsi dal punto dove si trovano da ormai dodici giorni i ragazzi e il loro allenatore.

Le operazioni di salvataggio sono iniziate sotto la pioggia insistente ma procedono più voloci del previsto.

Thailandia, le ambulanze con i primi due ragazzi estratti dalla grotta Le ambulanze con i primi due ragazzi usciti in superficie hanno lasciato il campo base all'entrata della grotta Tham Luang per dirigersi verso gli elicotteri in stand by in un prato lì vicino. L'entusiasmo si diffonde nella tendopoli e in tutta la Thailandia, ma ci sono televisioni di tutto il mondo che stanno rilanciando le immagini di questa impresa. Addirittura la nonna del ragazzino ha confessato ai giornalisti di aver pregato ogni giorno presso il piccolo tempio fuori casa loro affinché il loro nipote tornasse sano e salvo assieme agli altri compagni.

Correlati:

Commenti


Altre notizie