Giappone. Oltre cento vittime e decine di dispersi per le piogge alluvionali

Giappone flagellato dal maltempo: quasi 100 vittime

Colpito il Giappone, aumentano le vittime. Il portavoce del governo giapponese Yoshihide Suga ha confermato che 87 persone sono morte, mentre altre tredici non davano segni di vita al momento del ritrovamento. Le piogge torrenziali e i venti tempestosi hanno colpito maggiormente le prefetture di Heime, Hiroshima e Okayama dove ci sono 48 morti accertati e almeno altre 28 presunte vittime. Secondo l'agenzia governativa di gestione delle crisi, circa cinquemila tra soldati, poliziotti e vigili del fuoco sono coinvolti nella ricerca di persone intrappolate e ferite. Oltre alle abitazioni civili, sono state duramente colpite anche alcune attività industriali. In quest'area del paese, infatti, hanno i loro stabilimenti Mazda Motor Corp. e Daihatsu Motor Co., oltre a una piccola unità produttiva della Toyota Motor Corp. Le aziende hanno fermato le attività per proteggere la sicurezza dei propri impiegati e per la difficoltà di reperire pezzi di ricambio, anche a causa dalle interruzioni nelle strutture stradali.

Intanto il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha cancellato i suoi viaggi in Europa e Medioriente previsti per i prossimi giorni e presto visiterà le zone colpite dalle alluvioni. Per il ministero delle Infrastrutture, 17 operatori ferroviari hanno sospeso i servizi, e si stima che il processo per ripristinare i collegamenti di trasporto potrebbe durare mesi. Il premier nipponico sarebbe dovuto partire questo mercoledì per volare prima a Bruxelles, dove era stata concordata la firma per il trattato di libero scambio con l'Unione Europea, e successivamente in visita in Francia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie