Bekaert, tavolo al Mise: "azienda conferma licenziamenti"

Bekaert incontro al Mise

"Il management - dichiara Bekaert - ha confermato l'intenzione di avviare al più presto un dialogo costruttivo teso ad attenuare l'impatto sociale per i 318 dipendenti interessati e collaborerà a possibili soluzioni di reindustrializzazione che potrebbero delinearsi".

Bekaert apre a una reindustrializzazione dello stabilimento di Figline Valdarno (Firenze) a patto che chi subentra nella fabbrica diversifichi la produzione e non continui a realizzare "steel cord", la cordicella metallica di rinforzo per i pneumatici. "Il tempo è strategico - sostiene Daniele Calosi (Fiom-Cgil) - ed è necessaria una trattativa senza pistola alla testa. Puntiamo all'attivazione degli ammortizzatori sociali per non lasciare in mezzo di strada 318 famiglie e, per questo, l'incontro al ministero dello Sviluppo economico sarà fondamentale nella gestione e nelle modalità della trattativa". Oggi abbiamo vinto una piccola vittoria, ma la battaglia è ancora lunga e non smetteremo di combattere.

Dalle 14.30 del pmeriggio e per tutto il tempo dell'incntro, fuori dalla sede di Confindustria, in piazza della Repubblica a Firenze, a dare forza e sostegno c'erano centinaia di metalmeccanici di tutta la provincia fiorentina, che oggi hanno scioperato 4 ore alla fine di ogni turno.

"Ho posto un tema democratico, non è possibile una ferita che viene inferta in questo modo, con una chiusura 'a tradimento' dello stabilimento come quella che si è annunciata. Ho detto che c'è anche un problema di politica industriale: a quanto mi risulta i volumi produttivi degli accordi commerciali di Pirelli con questa azienda non si sono affatto ridotti". Manager che neppure si sono presentati al tavolo convocato al ministero dello sviluppo economico, al quale mancavano anche i rappresentanti del 'governo del cambiamento'. "In molti casi si tratta di aziende che prendono valanghe di soldi pubblici e poco dopo delocalizzano".

L'azienda non ha accettato la sospensione delle procedure di licenziamento nello stabilimento di Figline.

La Bekaert deve ritirare i licenziamenti.

Correlati:

Commenti


Altre notizie