Russia 2018, follia Colombia: minacce di morte per Bacca e Uribe

Bacca, quel calcio di rigore testimonia il momento no: contromosse del Milan

Carlos Bacca è uno dei principali candidati a lasciare Milanello dove sarà di ritorno al termine dei mondiali (in cui fa panchina con la nazionale colombiana) e dopo la stagione in prestito al Villarreal.

Il Milan prova a tirarsi per un momento fuori dalle vicende societarie che stanno fagocitando l'estate rossonera, coi tifosi impegnati a capire che fine farà Yonghong Li, se avverrà la cessione a Rocco Commisso, oppure se il club finirà nelle mani del fondo Elliott che sceglierà poi il nuovo compratore.

La Colombia saluta il Mondiale perdendo ai calci di rigore, agli ottavi di finale contro l' Inghilterra, dopo 120 minuti non eccezionali ma sicuramente pieni di fiammate e colpi di scena. Ed è ciò che è accaduto ieri sera in Colombia-Inghilterra. Secondo quanto riportato dall' ANSA, i due calciatori hanno subito minacce di morte subito dopo la gara persa con i britannici. Un altro giocatore, Carlos Sanchez, era stato minacciato di morte per aver provocato il rigore (in quell'occasione era stato anche espulso) contro il Giappone nella prima partita della Colombia a Russia 2018. Curiosità: la cosa si ripete a 24 anni dalla morte di Andres Escobar, il calciatore ucciso per aver causato, con un goffo autogol, l'eliminazione della Colombia ad USA 1994.

Correlati:

Commenti


Altre notizie