Il mercato dell’auto in Italia mette la retromarcia a giugno (-7,25%)

Mercato auto in calo, pesa l’incertezza sui diesel

Dopo il calo di maggio, il Gruppo fa registrare nel complesso un -19.16%.

A fronte della contrazione delle prime iscrizioni di autovetture con alimentazioni diesel (-12,8% a giugno rispetto allo stesso periodo del 2017, evidenziando nel primo semestre 2018 una flessione del 5,5% della quota di nuove auto diesel vendute rispetto al totale), le vetture usate alimentate a gasolio hanno registrato una crescita del 4% a giugno 2018 e del 5,6% nel primo semestre 2018.

"Sui risultati di giugno e del primo semestre pesano la decisione del Gruppo Fca di dare precedenza alle vendite ai clienti privati piuttosto che a quelle sugli altri canali che sono decisamente meno remunerativi - commenta il centro studi Promotor - Al netto dei dati del Gruppo Fca, il mercato italiano nel primo semestre è in lieve crescita (+1,71%)", rileva il Centro Studi Promotor che conferma la previsione per l'intero anno di vendite sostanzialmente sui livelli del 2017, cioè leggermente al di sotto della soglia dei due milioni di immatricolazioni. Dello stesso avviso anche Anfia e Centro Studi Promotor, secondo il quale "pesano nel 2018 le incertezze sulla situazione politica che hanno caratterizzato il primo semestre dell'anno e pesa pure il rallentamento del tasso di crescita del Pil".

Oltre a questi elementi di freno, incidono negativamente sulla domanda di autovetture "anche le perplessità dei proprietari di auto diesel da sostituire sulla scelta della nuova auto". La sua quota di mercato si è ridotto al 24,8%. Conseguenza di questa scelta sono cali (peraltro previsti e annunciati) delle immatricolazioni FCA del 19,3% in giugno e del 9,07% nel primo semestre. Non basta al colosso italo americano la crescita esponenziale delle vendite Jeep giugno 2018 (+ 91.72 %) per bilanciare la situazione. Frena invece il marchio Citroen (-8,9%). Intanto a Parigi, Peugeot sale del 2% e Renault dello 0,5%, quando a Francoforte Volkswagewn segna un +1,9%, seguita da Daimler (+1,46%), e Bmw (+0,7%). In flessione anche Nissan (-42,6%), Hyundai (-8,5%), Kia (-9,7%), Suzuki (-21,8%), Mazda (-19,8%). Segno positivo invece per Jaguar Land Rover (11,7%), Volvo (6,1%), Honda (0.9%), Mitsubishi (40,3%), Subaru (60%), Tesla (36%). Completano la top ten Toyota Yaris (3.790), Fiat Tipo (3.786), Volkswagen Golf (3.603) e Jeep Compass (3.588).

Correlati:

Commenti


Altre notizie