F1, Vettel vince il Gp del Canada

Formula 1 Canada, monologo Vettel! Bottas e Verstappen sul podio

Gran pole, gran vittoria (fa 50) e di nuovo in testa alla classifica del mondiale, dal Canada non poteva pretendere di più. "E' stato incredibile - le sue parole a Sky a fine gara - e poi vincere qui, in un circuito tanto significativo per Ferrari è stato bellissimo.la mia 50ma vittoria conta fino a un certo punto, conta la vittoria della Ferrari che era tanto che non vinceva qui".

Il pilota della Ferrari - in Pole in Canada 17 volte dopo Schumacher - ha segnato il tempo di 1'10 " 764, precedendo di un niente Valtteri Bottas (+0,093) e Max Verstappen, con il terzo tempo a 0,173. Vettel sin dall'inizio della gara ha preso il largo, con una macchina performante e veloce, tanto che Bottas e Verstappen non hanno mai potuto rispondere ai giri record del ferrarista. Dietro la Ferrari di Vettel, le due Mercedes e la Red Bull, ma anche all'altra Ferrari di Raikkonen, in sesta posizione c'è Ricciardo con un'altra Red Bull (+0,352), in settima il tedesco Hulkenberg (+1 " 209). Quarto posto per Ricciardo che riesce a stare davanti ad Hamilton.

Il gran premio del Canada è iniziato col botto, in tutti i sensi, con l'incidente al via tra Hartley e Stroll.

Quinto Hamilton, protagonista anonimo sulla pista dove ha vinto sei volte. Esteban Ocon 7 Una posizione in meno rispetto alla casella di partenza, ma in gara la Renault è più difficile da battere che in qualifica, anche perchè al pit stop perde tempo, così vanno bene anche questi due punti, soprattutto alla luce del 14° posto di Perez.

La Ferrari ha dominato il weekend e ha dimostrato di avere migliorato la vettura proprio su una delle piste preferite dalla Mercedes e da Hamilton.

Vettel: "Con la nuova power unit abbiamo fatto un ottimo step evolutivo. Vedere una Ferrari che vince oggi, sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve, con me alla guida mi rende fiero". In gara gli è andata anche peggio: verso il decimo giro ha accusato una presunta perdita di potenza ed a fine gara non è riuscito ad avere la meglio su un Ricciardo azzoppato da un motore stanco e dall'affidabilità ballerina trascinatasi dallo scorso Gran Premio di Monaco. Prima della stagione non pensavamo di essere così forti, ma il campionato è ancora molto lungo. Ferrari recupera anche nel costruttori: il Cavallino sale a 189 punti, avvicinandosi al leader Mercedes che ha 206 lunghezze. Infine sul prossimo appuntamento al Paul Ricard, una novità del calendario 2018, Iceman ha chiosato: "Se è rimasto com'era credo che assisteremo a pochi sorpassi".

Correlati:

Commenti