Canada, Vettel conquista la pole. Hamilton quarto tempo

Canada vittoria numero 50 e testa della classifica per Vettel. Che botto Hartley

Venticinque punti pesanti che valgono la leadership della classifica mondiale piloti F1 2018. "Assente ancora una volta dalle posizioni di vertice, la Ferrari di Kimi Raikkonen, giunta al traguardo in 6° posizione e con un ritardo di 27" dal compagno di squadra. Quinto tempo per Ricciardo davanti a Bottas, settimo Perez poi Hulkenberg, Grosjean e Vandoorne. Era dal 2004 con Schumacher che la Ferrari non trionfava a Montreal.

Probabilmente ha incassato più successi il Gran Premio canadese che si è disputato ieri con una magica Ferrari sul podio con Vettel che il G7 nord-americano con gli Usa di Trump ai ferri corti con l'Unione Europea. I rivali tedeschi hanno archiviato la trasferta di Montreal con tanti interrogativi e la paura di essere arrivati al capolinea di un ciclo. Un terzo del Campionato va in archivio con una Rossa in ascesa e una Mercedes la cui stella a tre punte comincia a brillare un po' meno! Macchè... Seb prende il volo anche con pneumatico rosso, imponendo un ritmo imbarazzante per gli altri e arrivando al traguardo senza farsi praticamente mai vedere da chi insegue. Quando la gara riparte Seb continua a dettare legge, inanellando tempi impressionanti con le ultrasoft e facendo il vuoto sugli inseguitori Bottas e Verstappen, mentre Hamilton in quarta posizione arranca e accusa problemi di potenza. Quale mossa saprà mettere in pista Lewis Hamilton tra due settimane in Francia? Al suo fianco la prima delle Frecce d'Argento, quella di Valtteri Bottas che in Q3 ha fatto meglio del suo caposquadra il campione del mondo Lewis Hamilton che è considerato il re di questo circuito dove ha vinto ben sei volte. La gara è ripresa regolarmente quarto giro. Infatti, a causa di un errore della modella Winnie Harlow, la bandiera è stata sventolata al 69° dei 70 giri previsti e, secondo l'articolo 43.2 del regolamento sportivo della F.1 il risultato omologato è quindi basato sul giro 68.

Per quanto concerne l'Alfa Romeo Sauber, buon decimo posto centrato da Leclerc che equivale a un punticino messo in carniere. Eccezion fatta, forse, per la SF71-H di Vettel equipaggiata con la nuova evoluzione della Power Unit Ferrari. Il 12° posto in griglia di Hartley lo dimostra. La verità però è che Raikkonen, quando serve, semplicemente "non c'è mai". I primi sei dei tre top team hanno scelto suluzioni diverse.

Correlati:

Commenti


Altre notizie