Ancona, positivo all’Hiv ha rapporti non protetti: 200 potenziali vittime

Ancona malato Hiv ebbe rapporti non protetti forse 200 vittime

"Io non sono malato" e soprattutto, "l'Aids non esiste!": quanto riporta la Polizia rispetto alle dichiarazioni rilasciate dal 35enne anconetano durante l'arresto fa impressione e inquietudine rispetto ad una vicenda ancora con i contorni oscuri.

La Polizia di Stato di Ancona ha arrestato un uomo su mandato della Procura della Repubblica del capoluogo di Regione con l'accusa di aver infettato negli anni decine di partner.

Sapeva di essere positivo al virus dell'Hiv da ben undici anni ma nonostante questo un uomo di Ancona ha continuato a pretendere dai suoi partner rapporti sessuali non protetti. La polizia lancerà un appello per individuare le potenziali vittime, contattate da lui anche attraverso chat e social network.

L'unico precedente giudiziario conociuto alle cronache in Italia è quello di Valentino Talluto, l'uomo condannato a 24 anni per lesioni aggravate, per aver contagiato 32 donne. L'uomo é stato tradotto presso il carcere di Ancona, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Una importante operazione delle forze dell'ordine, che ha posto fine alle azioni dell'uomo: nel corso degli ultimi anni ha portato avanti delle relazioni sessuali con diversi partner senza utilizzare precauzioni ed esponendoli dunque a rischi di contagio.

Correlati:

Commenti


Altre notizie