Svizzera, bocciato il referendum sulla "moneta sovrana"

Svizzera, bocciato il referendum sulla

Gli Svizzeri sono chiamati oggi alle urne per il referendum sulla 'moneta sovrana', un'iniziativa che se accettata rivoluzionerebbe il sistema monetario e bancario elvetico: propone infatti che la totalità della moneta, ovvero il denaro contante ma anche la moneta scritturale dei conti bancari, sia emessa esclusivamente dalla Banca centrale e che le banche commerciali non possano più emettere moneta, mediante la concessione di crediti. Secondo una seconda proiezione realizzata dall'istituto gfs.bern su incarico di Srg Ssr, pubblicata poco fa, il 75% degli elettori ha detto no alla proposta di dissociare la creazione monetaria dal credito. Se il referendum fosse stato approvato, le banche svizzere avrebbero potuto prestare soltanto il denaro presente fisicamente nei loro depositi.

La Banca nazionale svizzera ha affidato a una breve nota la sua posizione. L'istituito "ha preso atto dell'esito della votazione sull'iniziativa Moneta intera". L'accettazione dell'iniziativa Moneta intera, spiega la Bns, avrebbe costituito un forte ostacolo all'adempimento di tale mandato. Si stima che ogni anno queste società offshore illegali di giochi in denaro tolgono al nostro Paese circa 250 milioni di franchi, denaro che potrebbe creare, se mantenuto nel nostro paese, un indotto economico molto importante.

Il cross euro/franco svizzero sale dello 0,38 percento a 1,1635.

Correlati:

Commenti


Altre notizie