Storico accordo fra Trump e Kim, ok alla denuclearizzazione

Trump annuncia firma documento con Kim

"Davanti a Kim vi è un'opportunità senza precedenti". "Li risolveremo. e non vedo l'ora di lavorare con lei", ha replicato Trump. Poi, il siparietto. Il tycoon ha mostrato al leader 'the beast', la macchina presidenziale del presidente americano.

"Perché io, in qualità di presidente degli Stati Uniti, dovrei permettere a dei Paesi di continuare a realizzare massicci avanzi commerciali, come hanno fatto per decenni, mentre i nostri agricoltori, lavoratori e contribuenti devono pagare un prezzo così alto e iniquo?", si domanda Trump, definendo la situazione "ingiusta per gli americani".

"Le sanzioni rimarranno in vigore fino alla completa denuclearizzazione", ha detto Trump. Lo riferisce il pool dei corrispondenti della Casa Bianca.

"È impossibile entrare nella testa di Trump e divinizzare i suoi obiettivi strategici, sempre che abbia obiettivi a lungo termine", commenta Leonhardt, "Ma mettiamola così: se un presidente degli Stati Uniti dovesse abbozzare un piano segreto e dettagliato per spezzare l'alleanza atlantica, quel piano avrebbe una somiglianza sorprendente con il comportamento di Trump". Il vertice con il presidente Kim, ha detto in apertura Trump, sarà "un incredibile successo e non ho dubbi avremo un incredibile miglioramento nelle relazioni bilaterali".

Moon è tornato in patria confermando l'intenzione di Kim di incontrare Trump e di percorrere la via verso la denuclearizzazione. "Supereremo tutti i tipi di scetticismo e le speculazioni su questo summit e credo che questo sarà un bene per la pace". "Molti nel mondo penseranno che è un film di fantascienza", ha scherzato.

La "Dichiarazione congiunta del presidente Donald J. Trump degli Stati Uniti d'America e del presidente Kim Jong-un della Repubblica Democratica Popolare di Corea al summit di Singapore" recita che "Il presidente Donald J. Trump degli Stati uniti d'America e del presidente Kim Jong Un della Repubblica democratica popolare di Corea (DPRK) hanno tenuto un primo storico summit a Singapore il 12 giugno 2018".

Al tavolo dei negoziati anche con l'Iran? - Dopo l'intesa con la Corea del Nord, è l'Iran l'altro obiettivo prioritario dell'amministrazione di Donald Trump. Il suo lavoro sembra aver raggiunto il culmine proprio oggi, dopo lo storico Summit di Singapore tra Trump e Kim. Trump ha anche appoggiato la sua mano sinistra sul braccio destro di Kim.

Le parole del presidente degli USA Donald Trump alla conferenza stampa post-summit con il leader coreano Kim Jong Un. Oltre a loro ci sono anche il ministro degli Esteri del regime, Ri Yong-ho, e la sorella minore del leader nord-coreano, Kim Yo-jong, già emersa come una delle piu' strette collaboratrici del fratello in occasione del primo summit inter-coreano tra Kim e il presidente sud-coreano, Moon Jae-in, del 27 aprile scorso. Il precedente viaggio in Corea invece era stato sponsorizzato da Paddy Power, famosa società di scommesse che si è tirata indietro dopo la dichiarazione d'amicizia tra Rodman e la Corea del Nord.

"Non dormo da 25 ore, ma era più importante negoziare.", ha anche detto il presidente.

Correlati:

Commenti


Altre notizie