Entro il 18 giugno il pagamento delle prime rate Imu e Tasi

Imu e Tasi 2018 scadenza: quando scade? Ecco requisiti per esenzione e tutte le info utili

Bene, ma se il pagamento riguarda le parti comuni di un edificio condominiale, chi dovrà effettuare il pagamento delle imposte?

Sono, dunque, esonerati dal pagamento i singoli condomini.

In caso di mancato pagamento dell'imposta, essendo l'amministratore il soggetto obbligato ad effettuarlo, quest'ultimo sarà tenuto a risarcire i condomini per l'avvenuto inadempimento nei confronti del Comune.

Il Comune di Muravera è tra quegli enti che non applica la Tasi (Tributo per i Servizi Indivisibili).

Per le unità immobiliari diverse da quelle a destinazione ordinaria, la superficie assoggettabile alla Tari rimane quella calpestabile. Specifichiamo sin da subito che le agevolazioni per i residenti all'estero che hanno una o più case di proprietà in Italia sono rivolte soltanto ai pensionati.

Stessa esenzione, anche per gli immobili dati in comodato d'uso ai parenti di primo grado con ISEE inferiore a 15.000 euro.

È utile ricordare che la base imponibile per calcolare la Tasi, è perfettamente uguale a quella prevista per l'Imu, il cui calcolo si basa sul valore catastale dell'immobile mentre l'aliquota Tasi sarà pari all'1 per mille che però può essere alzata o diminuita fino al suo completo azzeramento dal Comune che però deve rispettare il vincolo in base al quale la somma delle aliquote di Tasi e Imu non deve superare, per ciascuna tipologia di immobile, l'aliquota massima consentita per l'Imu, ossia, aliquota Tasi non oltre il 2,5 per mille mentre per i fabbricati rurali strumentali, l'aliquota non può eccedere l'1 per mille.

Altra novità riguarda l'IMU terreni agricoli, per la quale ritorna la differenziazione tra terreni di montagna esenti dall'imposta e terreni parzialmente montani e pianura, assoggettati all'imposta municipale ma esenti se posseduti o condotti da IAP o coltivatori diretti, per maggiori informazioni leggi esenzione terreni agricoli 2018. La casa è quindi assimilata ad abitazione principale, anche se non sussistono i due requisiti della residenza anagrafica e della dimora abituale.

Siamo ormai giunti appieno nel mese di giugno e, anche per questo 2018, si tratta di un mese del calendario abbastanza oneroso e pesante per gli italiani; che si tratti di famiglie o di lavoratori, che si tratti di imprese o di privati, è proprio in questo mese, infatti, che sono state previste delle vere e proprie imposte che, almeno per quest'anno, in attesa di una possibile riduzione per gli anni a venire, peseranno sulle tasche degli italiani per 53 miliardi di euro complessivi.

Questo il dettaglio per ciò che attiene l'Imu: 4 per mille - Aliquota ridotta per abitazione principale di Cat.

Correlati:

Commenti