Migranti, Salvini: nave Aquarius a Malta. La Valletta: no competenza

Assessore: in piazza per porti aperti

Ma le autorità dell'isola non ne vogliono sapere.

Decisione senza precedenti quella presa del neo ministro dell'Interno Matteo Salvini, intenzionato a non concedere alla nave Aquarios, con a bordo 629 migranti, l'autorizzazione per fare ingresso in un porto italiano.

"Il salvataggio" della nave Aquarius "è avvenuto nell'area di ricerca e salvataggio libica ed è stato coordinato dal centro di coordinamento a Roma".

Salvini ha accusato Malta di "dire sempre di no a qualsiasi richiesta di intervento" per salvare i migranti ma il governo dell'isola ha respinto le accuse al mittente. Era così intervenuta la Guardia costiera italiana e la nave, alla fine, è stata fatta approdare a Pozzallo, dove è arrivata ieri mattina.

Salvini ha spedito una lettera a La Valletta per spiegare che il "porto sicuro più vicino" è proprio l'isola-Stato e che se non vorrà farsi carico dei migranti, questa volta non sarà l'Italia a fare le veci di la Valletta. "Oltre 750 morti nel Mediterraneo nel 2018: il salvataggio di vite in mare deve restare una priorità assoluta di ogni governo", ha detto Carlotta Sami, portavoce dell'Unchr per i rifugiati per il sud Europa.

Le autorità maltesi avevano impedito l'altro ieri l'ingresso in porto della nave Seefuchs, con 126 migranti a bordo: l'unità, di una Ong olandese, era in difficoltà per le cattive condizioni del mare, ma Malta - ha riferito alla polizia italiana il comandante dell'unità - ha solo proposto assistenza in mare, senza autorizzare l'ingresso in porto.

Per il governo guidato da Giuseppe Conte si pone dunque l'immediato interrogativo sulla eventuale conferma delle intese e dunque sugli aiuti che l'Italia è disponibile a concedere in cambio di una collaborazione rispetto al controllo del territorio e all'accettazione dei rimpatri.

A bordo della nave, con personale di Medici senza frontiere, ci sono 123 minorenni non accompagnati, 11 bambini e 7 donne incinte. Coinvolte nei soccorsi della notte anche tre navi mercantili (Vos Thalassa, Everest e Jolly Vanadio) oltre la Aquarius e tre motovedette classe 300 della Guardia Costiera italiana di base a Lampedusa.

Correlati:

Commenti


Altre notizie