Media: Trump vuole faccia a faccia con Kim Jong-un prima del summit

Trump in partenza saluta

"L'Europa unita e' la risposta ad America First", ha aggiunto. E quindi aveva confermato l'intenzione di rispondere alle tariffe Usa con nuovi dazi, a partire dal primo luglio.

La Germania e la Francia attaccano Trump, gli Stati Uniti attaccano il Canada, pesantemente. Si prepara il nuovo disordine mondiale, che la Russia e la Cina hanno ben compreso. Si tratta praticamente dell'unico commento positivo del presidente degli Usa al G7 canadese.

È da "debole e da disonesto" dire certe cose, accusa con un tweet Trump, un "false statement" quello di Trudeau e per questo "ho dato istruzione alla nostra delegazione di togliere l'endorsement al documento congiunto".

G7: Conte, con Usa rapporti strategici.

Negli ultimi 18 mesi, il rapporto tra Trump e Kim è viaggiato sulle montagne russe: si è passati dagli insulti e dalle minacce di guerra atomica ad un incontro a quattro occhi per raggiungere addirittura un'intesa che sembrava impossibile solo da immaginare. Secondo il segretario di Stato Usa Mike Pompeo, Pyongyang sarebbe disposta a denuclearizzare la penisola coreana e questa sarebbe l'unica soluzione, stando a varie fonti, che il capo della Casa Bianca accetterà. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa al termine dei lavori del G7.

Le misure di sicurezza a Singapore sono state portate ai massimi livelli in vista dello storico summit che i due avranno martedì.

"L'Unione europea è brutale nei confronti degli Stati Uniti e lo sa", aveva rimarcato ancora, soffermandosi in particolare sui rapporti commerciali con i partner del Vecchio Continente. L'altro colpo di scena è stata la richiesta del reintegro della Russia nel G7 (che tornerebbe ad essere G8), dopo che la stessa nazione comandata da Putin era stata estromessa all'unanimità a seguito dell'invasione della Crimea nel 2014. Rinnegando l'accordo raggiunto dai leader del G7, Donald Trump ha dimostrato "incoerenza e inconsistenza", ha detto il presidente francese Emmanuel Macron in una dichiarazione a Afp questa mattina, avvertendo che "la cooperazione internazionale non può essere dettata da crisi di rabbia e da osservazioni sprezzanti".

A scatenare Trump, sono state le parole di Trudeau che aveva definito "un insulto" la decisione di Washington di invocare la sicurezza nazionale per giustificare i dazi sulle importazioni di acciaio e alluminio. "I canadesi sono educati e ragionevoli, ma non saranno presi in giro".

Correlati:

Commenti


Altre notizie