F1 Red Bull, Marko: "Finché Hamilton non firma, Ricciardo non rinnova"

F1 | Ferrari Vettel sul Muro dei Campioni “È facile perdere la macchina sui cordoli alti”

L'ammontare delle penalità non è ancora stato confermato, quel che è sicuro è che certamente qualcosa verrà inflitto alla monoposto del pilota australiano: lo stesso Adrian Newey ha dichiarato di non avere ancora delle notizie certe su quello che accadrà in griglia di partenza in Canada.

Se laRed Bull in qualifica fatica a tenere il passo di Mercedes e Ferrari, è a causa della power unit Renault. Vincitore a Montecarlo, resistendo ai problemi tecnici della sua Red Bull, l'australiano pagherà adesso dazio venendo penalizzato in griglia per la sostituzione di alcune componenti della power unit: nello specifico, MGU-K, centralina e pacco batterie, per i quali da quest'anno è consentito un massimo di due cambi senza sanzioni.

In questo quadro va inserito anche il rapporto Renault-Red Bull, che negli ultimi anni è sempre stato particolarmente teso, e ormai sembra essere giunto al capolinea, visto che il contratto scade a fine 2018.

L'eventuale uso di un terzo kit di batterie e di una ulteriore elettronica di controllo aggiungerebbe ulteriori 10 posizioni in griglia qualora fosse necessario anche la loro sostituzione.

La Renault sarà tra i motoristi a portare una power unit evoluta nel Gran Premio del Canada, che sarà a disposizione dei clienti che decideranno di sostituire la PU precedente. Una piccola consolazione, però, arriva dalla possibilità di montare il nuovo motore evoluto che, secondo Newey, garantirà un decimo in più al giro; non farà certo la differenza, ma almeno dalle retrovie, sarà leggermente più semplice rimontare.

Correlati:

Commenti


Altre notizie