E' ufficiale Danilo Petrucci nel 2019 affiancherà Dovizioso in Ducati

MotoGp: Lorenzo ufficiale alla Honda. Con Marquez, 'dream team' da 11 titoli iridati. Ducati ingaggia Petrucci

"Essere pilota della scuderia ufficiale è un sogno che si realizza".

"Jorge è un grande campione, anche se da un pilota del suo valore ci saremmo aspettati la capacità di fornire in tempi più rapidi indicazioni chiare e precise ai nostri tecnici per migliorare il suo feeling con la nostra moto".

Come Bayliss, Stoner e Capirossi -Nonostante la difficoltà dell'ultimo round e la notizia del passaggio imminente al team ufficiale, Danilo Petrucci ha sottolineato la sua motivazione a continuare ad impegnarsi con la sua attuale squadra fino al termine del campionato, cercando di regalare ottimi risultati alla struttura più che satellite di Ducati. Al posto di Lorenzo, il pilota Pramac Danilo Petrucci, che condividerà il box della scuderia ufficiale con il confermatissimo Andrea Dovizioso. L'ultima casella da riempire, dunque, è quella di Dani Pedrosa che dopo aver salutato la Honda potrebbe accasarsi al Team VDS, insieme a Franco Morbidelli, ma incombe l'ombra di Alex Marquez. Ringrazio Paolo Campinoti e Francesco Guidotti che mi hanno dato la possibilità di correre in Pramac, senza di loro non sarei arrivato qui. Onesto, grande lavoratore e velocissimo, Danilo interpreta al meglio lo spirito del Ducatista.

"E' un grande onore diventare pilota del Ducati Team, soprattutto per uno come me che ha iniziato la sua carriera in Ducati come collaudatore di moto di serie". Sembra che tutto sia stato deciso a seguito della scelta di Lorenzo, non un ripiego, assolutamente, ma una scelta ponderata con la convinzione che la Desmosedici GP debba ancora maturare e crescere. "Gli vogliamo davvero bene". "Ora voglio solo provare a finire la stagione nella top 5 poi iniziare la prossima con il Ducati Team" ha aggiunto. "Desidero dare un caloroso benvenuto a Danilo, che non vediamo l'ora di vedere nei colori del team Ducati il prossimo anno, insieme ad Andrea".

Correlati:

Commenti


Altre notizie