Merkel: "Migranti tema cruciale, Italia lasciata sola"

L'inedita coppia Macron-Conte. Ora l'asse anti-austerity europeo è davvero possibile

Secondo osservatori politici tedeschi, l'accordo di coalizione siglato a Berlino tra CDU-CSU e SPD, ispirato in grande parte dai contributi proposti da Martin Schulz, incamera diversi punti programmatici dedicati alla risoluzione politica delle problematiche emerse negli ultimi anni dentro l'Unione europea.

Nel corso di un'intervista alla Frankfurter Allgemeine Zeitung la cancelliera tedesca ha riconosciuto che "parte dell'insicurezza in Italia ha la sua origine nel fatto che gli italiani, dopo il crollo della Libia, si sono sentiti lasciati soli con il compito di accogliere i tanti migranti in arrivo dall'Africa". Per Merkel "abbiamo bisogno di un sistema d'asilo comune e parametri coerenti nella decisione di chi deve ricevere asilo e chi no". A breve potrebbe venire istituito "un ente europeo per l'asilo", ha proseguito la Merkel, mentre la Frontez, trasformata di recente nell'Agenzia per le frontiere, diverrà "nel medio periodo una vera polizia di frontiera con competenze europee". "Il nostro obiettivo sono rapporti ordinati alle frontiere esterne, ma la chiusura non è la strada giusta".

"Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha avuto oggi pomeriggio una conversazione telefonica con la Cancelliera della Repubblica Federale di Germania, Angela Merkel, che si è congratulata con lui per la sua nomina e si è felicitata per la ricorrenza della Festa della Repubblica". La Germania ha accolto un milione di siriani nel 2015, ed è uno dei paesi che più ha partecipato all'attività di ricollocamento degli immigrati sbarcati in Italia e in Grecia. "Abbiamo bisogno di una più rapida convergenza economica tra gli stati membri", ha detto. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Correlati:

Commenti


Altre notizie