Bimbi e salute, 50 interventi rinviati. Scontro tra ospedale e Regione Liguria

Gaslini assessora regionale alla Sanità Sonia Viale

È quanto sta accadendo, con numerose e inevitabili polemiche, all'ospedale Gaslini di Genova, struttura che ha il compito particolarmente delicato di curare i bambini. "Dopo avere prenotato l'intervento 4 mesi fa ci hanno telefonato a sei giorni dall'operazione per dirci del rinvio a settembre e ottobre spiegando che erano costretti a farlo perché non c'è personale sufficiente per usare le 10 sale operatorie: mancano anestesisti e infermieri" hanno spiegato le mamme dei piccoli coinvolti.

"In relazione alle notizie circa l'attività chirurgica presso l'Istituto Gaslini nel periodo giugno - settembre - informa il direttore sanitario Silvio Del Buono - si precisa che saranno effettuati circa 2.300 interventi chirurgici tra programmabili ed urgenti in tutte le specialità". Per garantire al personale la possibilità di godere delle ferie estive, infatti, è stato approntato un calendario ferreo che di fatto però ha fatto saltare molti interventi programmati fra giugno e settembre.

"Tutte le famiglie dei pazienti con interventi "rinviati" saranno ricontattate da oggi e nei prossimi giorni per riproporre loro la data dell'intervento fissata inizialmente, o, se ciò non fosse più possibile, una data nell'arco dello stesso mese di giugno o immediatamente vicina, scusandosi per il disagio arrecato", assicura l'assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale, che in mattinata ha convocato e partecipato alla riunione che si è svolta in Alisa con la direzione dell'Istituto Giannina Gaslini. Per consentire l'esecuzione a giugno degli interventi chirurgici oggetto del rinvio saranno adottate alcune azioni "urgenti e straordinarie" mentre si proseguirà con la massima celerità possibile nelle procedure in corso per l'assunzione di infermieri, così da permettere l'allineamento completo della prenotazione degli interventi per i mesi seguenti.

"Come ogni anno, tutti gli ospedali e quindi anche il Gaslini, riducono il numero di interventi programmati ma questo deve avvenire senza creare disagio alle famiglie, grazie ad una corretta programmazione che quest'anno, evidentemente, è mancata, forse perché essendoci una direzione sanitaria in procinto di pensionamento, è mancata una visione d'insieme delle necessità". Dopo le poetiche, dall'ospedale comunque hanno annunciato di aver deciso di assumere a tempo determinato cinque infermieri interinali, nell'attesa dei risultati del bando.

Correlati:

Commenti


Altre notizie