Integratori e multivitaminici non hanno tanti effetti benefici

Gli integratori e i multivitaminici più popolari non hanno effetto sulla salute uno studio smonta i benefici

Pillole, d'ogni forma e colore. Vitamine, calcio, sali minerali, antiossidanti. Ma che purtroppo sembra invece sostanzialmente inutili.

Sono decine di milioni le persone che nel mondo ricorrono agli integratori alimentari e ai multivitaminici.

La nuova ricerca ha preso in considerazione i risultati di tutti i trial clinici pubblicati tra il 2012 e il 2017 in tema di multivitaminici e salute. Multivitaminici e integratori, di fatto, sarebbero piuttosto una semplice moda... "La nostra revisione ha rilevato che l'utilizzo di multivitaminici, vitamina D, calcio o vitamina C, non è dannoso ma non vi è alcun beneficio apparente" ha detto il dottor David Jenkins, autore principale dello studio.

Lo stesso discorso può essere esteso anche ad altri elementi che normalmentre troviamo negli integratori, quali vitamina A, B, E, calcio, zinco, ferro, magnesio, selenio e carotene. In questo caso, sia assunta da solo che in combinazione con la vitamina B la sostanza mostrerebbe la capacità di diminuire effettivamente i rischi di sviluppare disturbi cardiovascolari e ictus.

Come interpretare i risultati? "In assenza di dati positivi, se non quelli emersi per l'acido folico in relazione infarti e ictus, l'atteggiamento migliore è probabilmente quello di affidarsi a una dieta sana e bilanciata per fare il pieno di vitamine e minerali", conclude Jenkins. Del resto, spiegano, nessun integratore ha dimostrato di offrire gli stessi benefici dei pasti a base di prodotti vegetali come frutta, verdura e frutta secca, quest'ultima ben nota nel fornire protezione dell'apparato cardiocircolatorio, naturalmente nelle giuste quantità.

Correlati:

Commenti


Altre notizie