E se le "complicazioni" arrivassero anche su iPhone con iOS 12?

Apple gli iPhone potranno presto aprirci le porte

Circa quattro anni fa The Information scriveva che Apple stava lavorando per espandere la funzionalità NFC sugli iPhone, collaborando con HID Global per far sì che ciò accadesse. Con il nuovo iOS 12, la futura evoluzione del sistema operativo degli smartphone di Apple, l'azienda potrebbe aprire ad applicazioni di terze parti l'utilizzo del chip NFC che viene utilizzato, ad oggi, per i pagamenti tramite Apple Pay. Il presto tanto atteso potrebbe già essere, come al solito, quando Apple annuncerà le novità al suo evento WWDC del 4 giugno.

Conoscete la tecnologia Nfc?

Per avere diritto al rimborso, che sarà accreditato sulla carta usata per il pagamento della sostituzione (o attraverso altri sistemi), è necessario che il modello di telefono sia iPhone 6 o successivi e che la batteria sia stata cambiata presso un Apple Store, un centro riparazione Apple o un centro assistenza autorizzato. Perché sarebbero sostituite dall'iPhone. E se il chip NFC fosse più aperto agli sviluppatori di terze parti si avrebbe a disposizione un sistema considerato più sicuro e di ampia diffusione. Sui terminali della concorrenza il modulo è sbloccato per eseguire diverse tipologie di operazioni, dando la possibilità di eseguire un'autenticazione sicura al fine di collegare diversi dispositivi (gadget IoT, altoparlanti, cuffie) semplicemente avvicinandoli ad un punto ben preciso dello stesso cellulare. L'adozione di tali funzionalità aumenterebbe notevolmente se il chip NFC degli iPhone fosse reso più ampiamente disponibile. Grazie alla tecnologia Nfc, quella che ci permette già di pagare con il cellulare, potremo aprire le serrature delle porte avvicinando il dispositivo a un altro schermo per trasmettere il codice di accesso. Nei prossimi giorni probabilmente riusciremo a scovare qualche piccola anteprima, ma nell'attesa possiamo consolarci con questo interessantissimo concept che riprende le "Complicazioni", da sempre presenti su watchOS, e le trasferisce nella lock screen di iPhone.

Correlati:

Commenti


Altre notizie