Palermo, aggredito con un pugno al volto un infermiere all'ospedale Civico

Palermo, Ospedale Civico: ennesima aggressione a un infermiere

Nuovo episodio di violenza in un ospedale siciliano.

Un pugno al volto perché non ha permesso l'ingresso in corsia al parente di un paziente oltre l'orario di visita.

I sanitari del 118 li hanno trasportati all'ospedale Civico di Palermo Uno dei due ha la prognosi riservata visto che la scarica elettrica lo ha investito in pieno.

Prima le urla poi il colpo, sferrato davanti allo sguardo di un bimbo tenuto per mano dallo stesso aggressore. L'aggressore gli ha sferrato un pugno al volto.

"Un'ingiustificabile aggressione ad un operatore sanitario, lontano dall'area d'emergenza, che mette in dubbio - dichiara Giovanni Migliore, commissario dell'Arnas Civico e vicepresidente Fiaso - la potestà genitoriale perché accaduta in presenza di bambini, tra l'altro in un reparto con pazienti anche in fase terminale". Si assiste a un'escalation di violenza nei confronti del personale che lavora nelle strutture ospedaliere cittadine. I poliziotti intervenuti in ospedale hanno ascoltato il racconto della vittima e di alcuni testimoni.

Ennesima aggressione in un ospedale a Palermo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie