Milano, arrestata la banda delle palestre di lusso

Uno dei ladri in azione

Gli sportivi potranno tornare ad allenarsi nelle palestre milanesi senza più l'incubo di trovare l'armadietto forzato e "ripulito". La polizia ha arrestato "i ladri sportivi", così soprannominati per la loro capacità di entrare nelle palestre del centro di Milano e forzare le cassette di sicurezza davanti agli spogliatoi. Gli agenti dell'ufficio prevenzione generale della Questura hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Stefano Pellegrino, incensurato di 47 anni, e Giacomino Iussi, 48enne con precedenti, accusati di aver commesso un furto all'interno della Virgin di piazza Cavour.

Milano - La Polizia di Stato di via Fatebenefratelli di insieme con la squadra mobile di Torino, è riuscita a rintracciare e arrestare due dei tre ladri che avevano portato a termine un colpo da manuale presso una palestra Virgin Active di Milano. Il gruppo era ben organizzato: subito dopo aver forzato le cassette e preso il bottino, uno passava all'altro il portafogli per fargli incollare la propria foto tessera sulla carta d'identità della vittima.

Alle ore 13,43 il primo utilizzo della carta di credito: presso la boutique Chanel in via Sant'Andrea, per l'acquisto di una borsa da 9mila euro. La spesa del 47enne è proseguita poco dopo, quando ha acquistato un Rolex da 8.300 euro in una gioielleria in via Dell'Orso. "Le tre cassette di sicurezza erano una diversa dall'altra e il tempo impiegato è stato maggiore rispetto a quello fulmineo solitamente utilizzato per questo genere di reato". Iussi è inoltre indagato per un altro furto avvenuto alla spa Palazzo Parigi, in cui erano stati rubati tre Rolex a tre uomini americani con simili modalità.

Correlati:

Commenti


Altre notizie