Ryanair: scendono a 48 le ore a disposizione per il check-in online

Ryanair

La decisione della compagnia low coast ha già suscitato numerose polemiche e la protesta è montata sui social. La compagnia irlandese ha annunciato che dal prossimo 13 giugno sarà tagliata a 48 ore la finestra a disposizione dei clienti che non hanno acquistato dei posti riservati a bordo per effettuare il check-in senza incorrere in sovrapprezzo.

"Il check-in (per i clienti che non hanno scelto i posti riservati) sarà disponibile da 48 ore fino a due ore prima della partenza per tutti i voli a partire da mercoledì 13 giugno". Chi invece ha pagato per prenotare posti a sedere assegnati potrà fare il check-in a partire da 60 giorni prima del volo fino alle due ore precedenti la partenza.

Dopo le polemiche scatenate dall'obbligo di acquistare l'imbarco prioritario (a 5 euro) per poter portare il bagaglio a mano in cabina, Ryanair torna nell'occhio del ciclone per una nuova limitazione dei servizi offerti ai propri passeggeri. Attualmente le regole relative alla procedura di accettazione online prevedono un intervallo di tempo che va dai 4 giorni prima sino alle 2 ore prima della partenza del volo. Da qualche tempo, infatti, la compagnia low-cost è stata spesso accusata di separare intenzionalmente i viaggiatori che prenotano assieme, ma non acquistano la possibilità di scegliere il posto a sedere, posizionandoli in file diverse dell'aeromobile. In caso si arrivasse agli imbarchi senza averlo effettuato, attenzione, il costo fissato da Ryanair potrebbe pesare duramente sul costo del viaggio: la penale è infatti di 55 euro per gli adulti e i bambini paganti, e di 25 per i neonati. Il motivo? Secondo i viaggiatori, sarebbe dettato dalla volontà del vettore di vendere servizi extra.

Correlati:

Commenti


Altre notizie