Romagnoli: "Soddisfatti dell'Europa League, ma puntavamo alla Champions. Su Bonucci e Gattuso…"

Milan in ansia per l'Uefa congelati i rinnovi di Cutrone e Romagnoli

Alessio Romagnoli, difensore di proprietà del Milan, ha rilasciato un'intervista a Milan TV dopo la consegna del Premio Gentleman ieri sera. L'ha vinto lui, non Bonucci, non Biglia e nemmeno Suso o Bonaventura, figuriamoci Donnarumma. La cosa più importante è comunque il collettivo. Europa League? Puntavamo a qualcosa di più, non possiamo negarlo, ma siamo stati bravi a raggiungere l'obiettivo minimo dell'Europa League.

SULLA FIORENTINA - "Dobbiamo vincere, dobbiamo mantenere il sesto posto a tutti i costi, loro non ci regaleranno nulla. Dobbiamo vincere anche per i tifosi: domenica sarebbe bello averne tanti". Una vittoria che significherebbe anche "fare una settimana in più di vacanza e andare direttamente ai gironi di Europa League senza giocare i preliminari". Ci ha messo a posto sotto diversi punti di vista e in campo si è visto. Abbiamo tanti margini di miglioramento, siamo un gruppo giovane. E il Milan oggi sembra averlo capito.

Il suo contratto è in scadenza per il prossimo giugno 2020, ma come riportato dall'edizione odierna della Gazzetta Dello Sport, pare che Fassone e Mirabelli stiano già lavorando per allungare il legame che c'è tra le due parti. Staremo a vedere. riproduzione riservata ®.

Correlati:

Commenti


Altre notizie