Gentiloni: preoccupazioni Ue su alleanze, debito e migranti

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni durante il vertice Ue- Balcani occidentali

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a margine del vertice Ue di Sofia. "Sono preoccupazioni - ha concluso Gentiloni - che io personalmente sento e che coincidono con quelle dei leader europei".

"Non sono un esperto del programma del prossimo governo, ma penso che ci sia una posizione politica italiana" sui Balcani occidentali, "che si è conservata ed è andata al di là dei governi".

Da Gentiloni arriva anche una bocciatura sulle misure finanziate in deficit.

"Questo non produrrebbe conseguenze come nel 2010 o il 2011, gli scenari sono diversi - ha spiegato -". Se si andasse fuori strada a essere danneggiati non sarebbero gli euroburocrati ma i cittadini italiani. "Mandarli all'aria non sarebbe un danno al sottoscritto, a Renzi, a Letta, a Monti ma allo sforzo collettivo fatto da una nazione".

Correlati:

Commenti


Altre notizie