Festival di Cannes, è il giorno di Matteo Garrone con "Dogman"

Cannes 2018: nella nona giornata la presentazione di Dogman di Matteo Garrone [VIDEO]

Il film è liberamente ispirato a fatti realmente accaduti negli anni Novanta ma non era intenzione del regista di ricostruirli.

Dopo Gomorra, Reality (entrambi vincitori del Grand Prix) e Il Racconto dei Racconti, Matteo Garrone torna in Concorso al 71° Festival di Cannes con Dogman. "Dogman è un film che si ispira liberamente ad un fatto di cronaca nera accaduto trent'anni fa, ma che non vuole in alcun modo ricostruire i fatti come si dice che siano avvenuti". Le vicende del film ruotano intorno alla storia del canaro della Magliana.

Dopo l'ennesima sopraffazione, per riaffermare la propria dignità, Marcello mette in atto una vendetta terribile e dall'esito inaspettato.

Sinossi. In una periferia sospesa tra metropoli e natura selvaggia, dove l'unica legge sembra essere quella del più forte, Marcello è un uomo piccolo e mite che divide le sue giornate tra il lavoro nel suo modesto salone di toelettatura per cani, l'amore per la figlia Sofia, e un ambiguo rapporto di sudditanza con Simoncino, un ex pugile che terrorizza l'intero quartiere.

Dogman è diretto da Matteo Garrone, nel cast Marcello Fonte, Edoardo Pesce, Nunzia Schiano, Adamo Dionisi. Il film uscirà in tutte le sale italiane giovedì 17 maggio distribuito da 01 Distribution.

Ma di certo è una fiaba nera, passata ieri insieme a Burning di Lee Chang-Don e applaudita nel giorno dell'affollatissima masterclass di John Travolta che al festival ha festeggiato i 40 anni di Grease, ballando e improvvisando sulle note rap dell'ultimo successo di 50 Cent, facendosi riprendere in video già diventati virali, e che ha presentato Gotti di Kevin Connolly in cui interpreta il boss mafioso della Little Italy John Gotti, morto in carcere nel 2002, e in cui lo vedrete calvo e smagrito, irriconoscibile.

Correlati:

Commenti