Facebook, Mark Zuckerberg a Bruxelles sulla violazione dei dati personali

Tajani:

La riunione, destinata a spiegare l'uso dei dati personali di milioni di utenti del social network alla luce dello scandalo Cambridge Analytica, avverrà a porte chiuse.

Roma, 16 mag. - Il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, ha ricevuto a Bruxelles i soci fondatori dell'Associazione Pubblicisti Italiani Uniti per l'Europa (PIUE), e la redazione della sua costola editoriale, il quindicinale pro europeo e paneuropeo Più Europei. Accolgo con favore la decisione di Zuckerberg di presentarsi di persona davanti ai rappresentanti di 500 milioni di europei, è "un passo nella giusta direzione per ripristinare la fiducia". Questa audizione offrirà ai membri della Commissione per le Libertà Civili (Libe) e delle altre Commissioni competenti, l'opportunità di effettuare un'analisi approfondita degli aspetti relativi alla protezione dei dati personali. "L'accento sarà messo, in particolare, sul potenziale impatto su alcuni processi elettorali in Europa", si legge ancora nella nota.

La priorità del Parlamento, ha concluso, "è garantire il corretto funzionamento del mercato digitale, con un'elevata protezione dei dati personali, regole efficaci sui diritti d'autore e la tutela dei diritti dei consumatori". I giganti del web devono essere responsabili per i contenuti che pubblicano, incluse le notizie palesemente false e i contenuti illeciti.

Il Presidente Tajani, nel porgere il suo augurio di buon lavoro all'Associazione ed alla redazione del nuovo giornale, ha auspicato un impegno anche nel contenimento e nel contrasto delle fake news, che pongono un limite al diritto dei cittadini di essere correttamente informati.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Correlati:

Commenti


Altre notizie