Spareggio Juventus - Brescia, la prima sconfitta è la Lega Nazionale Dilettanti

Brescia Calcio femminile sponsorizzata da C Date

Ma non solo. In contemporanea dovrebbe giocarsi anche lo spareggio per assegnare il titolo di campione d'Italia femminile tra Juventus e Brescia.

"Sono allibito e sconcertato. È un comportamento da dilettanti, perciò le donne devono passare sotto la Figc".

Sembra che la società bianconera, che vorrebbe essere presente con tutto il direttivo impegnato nel pomeriggio con la Juventus maschile, abbia chiesto e ottenuto dal presidente del Brescia Giuseppe Cesari il consenso a spostare la partita in orario serale (20.30).

"Ci siamo accordati per posticipare la partita al sabato sera, per noi non c'è problema".

E' arrivata la replica della LND a Marotta: "Da Giuseppe Marotta affermazioni gravi e inaccettabili, tanto più in quanto rese nella sua qualità di dirigente sportivo". Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti, e Sandro Morgana, Vice Presidente Delegato al Dipartimento Calcio Femminile, rispondono così alle parole del dirigente bianconero.

L'eventuale gara di spareggio era stata calendarizzata per il 19 maggio alle 15, poi con lo spostamento allo stesso giorno e alla stessa ora di Juve-Verona di serie A, la Lnd e il dipartimento sottolineano di aver accolto la richiesta di giocare lo spareggio alle 20.30. Ancora Sibilia e Morgana: "A maggior ragione spiace prendere atto di dichiarazioni che, oltre a sembrare strumentali alla questione relativa al passaggio alla F.I.G.C. dei Campionati femminili di Serie A e B, sono palesemente offensive e rappresentano una grave mancanza di rispetto nei confronti della Lega e dell'intera struttura e sulle quali la L.N.D. e il Dipartimento Calcio Femminile si riservano di intraprendere ogni più opportuna azione a tutela della propria dignità".

Correlati:

Commenti


Altre notizie