Seattle approva l'Amazon tax per aiutare i senzatetto. L'azienda: "Approccio ostile"

Il consiglio comunale di Seattle ha approvato la cosiddetta "Amazon tax": un'imposta sulle grandi aziende per aiutare i senzatetto.

Il consiglio comunale - riportano i media americani - sembra avere i voti necessari per passare la misura, un'imposta da 500 dollari per dipendente ogni anno per le aziende che realizzano ricavi annuali per almeno 20 milioni di dollari. Drew Herdener, vicepresidente del colosso, ha commentato: "la città non ha un problema di entrate, il problema è l'efficienza della spesa". Qualora venisse approvata dal sindaco, l'ordinanza entrerà in vigore nel gennaio 2019 e lo resterà per cinque anni, viaggiando a ritmi di circa 44,7 milioni all'anno per le casse comunali, tutti destinati all'emergenza freddo.

Immediata la replica di Amazon, che ha sede proprio nella città degli Stati Uniti, che si dice "delusa". Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.

Correlati:

Commenti


Altre notizie