Inter-Juventus, Nicchi smentisce: "Qatar? Nessuna punizione per Orsato"

Hanno fatto parecchio discutere le roboanti dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis nella giornata in occasione della presentazione del ritiro del Napoli. Vediamo se battiamo Samp e Crotone, a quel punto poi potremmo parlare. E allora diremo 'Strunz' a chi per un motivo o per un altro ha creato sto casino, in maniera tale che lo 'Strunz' l'anno prossimo non lo faccia più. "Qualcuno ce li ha tolti questi 8 punti, oppure dobbiamo avere paura?", le parole del numero uno del club partenopeo. La non applicazione vera del VAR, il comportamento discutibile arbitrale. "Il problema dell'Italia è che è il paese più inquinato che esista al mondo".

Il presidente dell'AIA, Marcello Nicchi, ha replicato severamente a Radio Sportiva: "Da parte mia affermazioni del genere non sono meritevoli di nessun commento".

Sulla decisione di mandare Daniele Orsato in Qatar dopo l'arbitraggio discusso di Inter-Juventus, Nicchi aggiunge: "Era programmato da tempo che andasse ad arbitrare una partita importante all'estero - minimizza Nicchi - Non c'è nessuna punizione né sospensione, ma solo una richiesta che ci era pervenuta dal Qatar e il designatore ha scelto Orsato per questo compito". "C'è la procura federale che se vuole valuterà le affermazioni del presidente del Napoli". Se abbiamo avuto riscontri così positivi, non si può che migliorare il prossimo anno: non dico zero errori, ma qualcosa di molto vicino. "Il Var garantisce serenità, giustizia e rispetto delle regole".

Correlati:

Commenti


Altre notizie