Fastweb - il call center tornerà ad essere italiano

Fastweb trasferisce le attività di Call Center dalla Romania alle città italiane di Cagliari e Lecce

Fastweb sposta i call center dalla Romania all'Italia e sono in programma 220 assunzioni in Sardegna e Puglia, scrive il quotidiano la Stampa. Una notizia accolta con soddisfazione dal ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda.

"È la conferma che è possibile combattere e vincere la battaglia contro le delocalizzazioni nel settore dei call center". Il documento è stato sottoscritto il 4 maggio 2017 dalla stessa Fastweb e da altri 12 tra i principali committenti di servizi di contact center (che rappresentano circa il 60% del mercato di riferimento), tra cui Eni, Enel, Tim, Unicredit e Trenitalia.

Una scelta determinata dalla volontà di garantire ai propri clienti un "più alto livello qualitativo nell'erogazione del servizio" e "al fine di garantire la presenza nel Paese di un'industria dei servizi di Customer Care professionale, di elevata qualità, concorrenziale ed economicamente sostenibile". Le sedi italiane prescelte per la dislocazione sono le città di Cagliari e Lecce.

Grazie a questo nuovo accordo, le sedi saranno riportate sul territorio nazionale, creando così anche nuovi posti di lavoro in Italia.

Per informazioni su come candidarsi, rimandiamo i lettori alle pagine di Faswteb e di ComdataGroup. "Permetterà l'acquisizione di competenze e figure professionali altamente qualificate", ha affermato Andrea Pizzigoni, Chief Consumer & Small Business Officer di Fastweb.

Correlati:

Commenti


Altre notizie