BPM raddoppia gli utili, ma il titolo scende in Borsa

Il titolo del gruppo bancario, che comunicherà i risultati dei primi tre mesi del 2018 a mercati chiusi, sale del 3,11% a 3,066 euro. I crediti deteriorati netti sono in calo di 1,7 mld rispetto a fine anno, con un'incidenza sul totale degli impieghi in calo dal 12,1% (fine 2017) al 10,7%.

Posizione patrimoniale. Il CET1 ratio "Ifrs9 phased in" si è attestato al 13,48% e quello "Ifrs9 fully phased" proforma al 12,10%. La raccolta diretta da clientela è pari a 107,9 miliardi, nella indiretta spiccano 59,6 miliardi di risparmio gestito e quasi 32 miliardi di risparmio amministrato.

La gestione ordinaria di Banco Bpm nel corso dei prossimi trimestri resterá improntata al recupero di redditivitá, che trarrá vantaggio dagli effetti sinergici derivanti dalla fusione.

Banco Bpm, ha aggiunto, "manterrà quindi un comodo livello di copertura degli Npl in modo da esser in grado in qualsiasi momento di poter esplorare qualsiasi opportunità che dovesse presentarsi per accelerare e andare oltre gli obiettivi del piano di derisking".

Correlati:

Commenti


Altre notizie