Siria, Usa smentiscono Macron: le nostre forze via al più presto

Macron in Tv'Abbiamo convinto gli Usa a restare a lungo in Siria. L'ira di Trump'Noi presto a casa

"Il presidente Trump è stato chiaro affermando che vuole un ritorno a casa delle forze americane in Siria".

"Dieci giorni fa il presidente Trump ha detto che gli Stati Uniti intendevano disimpegnarsi dalla Siria".

Il presidente della Siria torna a parlare per la prima volta dopo i raid di Usa, Francia e Gran Bretagna contro obiettivi sensibili di Damasco del regime: "sono convinto che i missili occidentali contro la Siria non avranno altro effetto che unire il Paese sotto la mia leadership", avrebbe detto il presidente-dittatore secondo quanto riferito dal parlamentare russo Dmitry Sablin, che ha sentito Assad per tenere quotidiani i rapporti col Cremlino. Donald Trump è "moralmente inadeguato per fare il presidente degli Stati Uniti" e costituisce "un pericolo" per il Paese perché non ne incarna i valori fondanti e perché è ricattabile da parte della Russia, ha dichiarato Comey in una attesissima intervista alla Abc rilasciata per promuovere il suo libro di memorie. "Trump è un bugiardo seriale". Durante la trasmissione trasmessa su Bfm Tv, il presidente francese ha difeso la propria posizione in merito all'improvviso intervento sul suolo siriano. "Noi l'abbiamo convinto che era necessario rimanere a lungo e che bisognava limitare gli attacchi con armi chimiche", aveva affermato Macron. "E da parte loro non c'è stata nessuna vittima".

L'affermazione di Macron si inserisce in un quadro mediatico non semplice per il presidente francese, che sembra perdere sempre più consensi fra la popolazione. Inoltre, gli Usa chiedono agli alleati un maggiore impegno militare e finanziario per mettere in sicurezza la regione.

A bombardamento fatto, arriveranno nelle prossime ore a Douma gli ispettori dell'Opac per stabilire se vi sia stato o meno nei giorni scorsi un attacco con i gas dei militari siriani sui "ribelli" (in realtà miliziani salafiti di Yaish al-Islam finanziati dai sauditi) della cittadina della Ghouta Orientale.

Il premier Edouard Philippe avrà l'opportunità di precisare i limiti di questa operazione militare e di illustrare le opzioni diplomatiche prese in considerazione dalla Francia in Siria.

Toilet-Tweets, un'azienda statunitense che commercializza rotoli di carta igienica, ha infatti realizzato un prodotto speciale stampando alcuni dei più noti tweet di Trump.

Correlati:

Commenti


Altre notizie