Pulitzer sfidano Trump, Wp e Nyt vincono per Russiagate

Premio Pulitzer 2018 tutti i vincitori | Giornalismo | Arte | Letteratura

Il Quarto Potere fa quadrato e sfida la Casa Bianca.

I vincitori del più prestigioso premio giornalistico americano sono stati annunciati lunedì alla Columbia University e "mostrano la forza del giornalismo statunitense durante un periodo di crescenti attacchi", ha detto Dana Harvey, la nuova amministratrice dell'equivalente degli Oscar per il mondo dei media. Proprio il New York Times e il Washington Post sono spesso definiti dal presidente degli Stati Uniti i due quotidiani "fake news". Il quotidiano del Watergate lo ha meritato per aver messo in luce le accuse di molestie sessuali contro il candidato repubblicano al Senato in Alabama Roy Moore da parte di donne, una delle quali all'epoca era ancora minorenne. Il New York Times e il New Yorker hanno vinto il Premio Pulitzer "per il servizio pubblico" grazie agli scoop sul caso Harvey Weinstein. Il premio è articolato in 21 categorie, di cui tredici nella sezione "Giornalismo" e otto nella sezione "Arti e lettere". Lamar, un rapper, è il primo musicista non classico nè jazz a vincere il riconoscimento nei 102 anni di storia del premio.

Correlati:

Commenti


Altre notizie