Open Fiber e Vodafone, accordo per banda ultralarga in 271 città

Aldo Bisio Amministratore Delegato di Vodafone Italia

Inizialmente il progetto di 271 città prevedeva una copertura nazionale entro il 2021, ma è probile che i tempi possano allungarsi. Siamo pronti a raccogliere la sfida dell'Europa e a collaborare con operatori qualificati come Open Fiber per creare una rete sempre più all'altezza dell'economia del Paese, dando nuovi impulsi all'industria e ai servizi TLC.

Elisabetta Ripa, amministratore delegato di Open Fiber, ha commentato: "Con l'approvazione del nuovo Piano Industriale e del finanziamento inizia per Open Fiber una nuova fase, che traguarda l'accelerazione della realizzazione della rete FTTH nelle principali città e nei comuni oggetto dei Bandi Infratel". Al netto di 1,1 milioni di case connesse portate in dote da Metroweb ne sono state aggiunte 1,35 milioni in un anno.

Le società partner di Open Fiber che vendono la connettività FTTH (Fiber To The Home) a 1 Gbps sono Vodafone e Wind Tre (entrambe per Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Perugia, Torino, Venezia); Wind Tre (a Bresso, Buccinasco, Opera, Rozzano; Sesto San Giovanni; Settimo Torinese); Tiscali (Bologna, Cagliari, Milano, Perugia, Torino); Fastweb (Milano); Eleusi (Milano); Fibra.City (Milano); Noitel (Milano); Connesi (Perugia); Go Internet (Perugia); TecnoADSL (Perugia).

Una partnership strategica chiaramente che permetterà a Vodafone di favorire la progressiva migrazione sulla rete Open Fiber dei clienti per una validità che si protrarrà fino al 2031.

L'accordo, già attivo nelle prime 13 città cablate con infrastruttura in fibra ottica Open Fiber, è stato ora esteso a ulteriori 258 città italiane (per un totale di 271) comprese nei cosiddetti cluster A e B, ossia le aree nelle quali vive il 60% della popolazione italiana. Inoltre, l'AD di Open Fiber ha osservato come il modello wholesale abbracciato sia estremamente competitivo offrendo a tutti gli operatori piena parità di accesso ad una rete estremamente performante per sviluppare i propri servizi di telecomunicazioni.

L'accordo consentirà a Vodafone di estendere ulteriormente la propria offerta di servizi in FTTH, già oggi disponibile per oltre 2 milioni di famiglie e imprese, rafforzandone il posizionamento di operatore pienamente convergente in grado di offrire ai propri clienti servizi basati sulle tecnologie a prova di futuro.

Si tratta di un accordo senza dubbio importante, che come affermato dall'amministratore delegato di Vodafone Italia, Aldo Bisio, porterà ad un ampliamento dell'offerta in fibra FTTH.

Correlati:

Commenti


Altre notizie