Nicola Marra, l'autopsia ha rivelato altre sostanze oltre l'alcool

Nicola Marra, l'autopsia ha rivelato altre sostanze oltre l'alcool

Nico Marra, il ragazzo morto la notte di Pasqua a Positano, cadendo in un dirupo dopo una serata in discoteca, potrebbe non essere morto per lo stato di agitazione creato dall'alcol. O almeno potrebbe non essere stato solo l'alcol. Questo emerge dopo l'autopsia eseguita dal professore Pietro Tarsitano della Federico II di Napoli e dalla Tossicologa Pascale Basilicata.

Si vuole vedere chiaro in questa vicenda per questo si è reso necessario posticipare la consegna della perizia. I medici che hanno effettuato l'autopsia hanno ritrovato sostanze che necessitano di ulteriori approfondimenti per capire di quali sostanze si tratti e soprattutto che effetto abbiano potuto avere sullo stato psicofisico del giovane. Per ora da quanto risulta, il giovane aveva bevuto ma non tantissimo e non era così ubriaco da compire un simile gesto, se vi fossero state però altre sostanze nel suo corpo probabilmente proprio il mix gli sarebbe stato fatale nell'alterare la sua percezione delle cose. Insomma, si procede con cautela e con tutte le attenzioni del caso. Ad oggi vi sono ancora punti oscuri. "Ecco perché noi siamo convinti che sia accaduto qualcosa prima. all'interno della discoteca".

Il reato per cui gli inquirenti sono al lavoro è "morte come conseguenza di altro delitto", ma non ci sono persone iscritte nel registro degli indagati.

Correlati:

Commenti


Altre notizie