Netflix non la smette più di crescere: abbonati a quota 125 milioni

Netflix sempre più su

Questi alcuni dei numeri della trimestrale (i dati finanziari relativi al primo trimestre 2018) di Netflix, grazie ai quali il colosso dello streaming tv vola anche in borsa: guadagna l'8% a 333,98 dollari per azione. "Penso che la società sia sostanzialmente immune da tutti i problemi che stanno emergendo nel settore", ha ribadito. Il dato che più fa ben sperare l'azienda statunitense è il numero di abbonati al servizio, che cresce esponenzialmente.

Guardando alle performance registrate da Netflix negli ultimi anni, appare evidente come la crescita del colosso dello streaming statunitense appaia davvero inarrestabile, con risultati che di anno in anno continuano a migliorare dimostrando l'ottimo lavoro fatto dai vertici della società nell'espandere la diffusione del servizio raggiungendo nuovi territori e producendo sempre nuovi contenuti di qualità. E in effetti se confrontati con lo stesso periodo del 2017, il numero di abbonati è cresciuto del 50% in più, aggiungendo altri 7.4 milioni di abbonati.

A spingere i conti di inizio anno, oltre alla crescita degli abbonati, è stato l'aumento dei prezzi, saliti del 14%. Nonostante, infatti, gli ottimi risultati del primo trimestre, il cash flow è, comunque, negativo, secondo un passivo di 287 milioni di dollari.

Osservando, poi, che Netflix quest'anno punta a investire più di 10 miliardi in contenuti e strategie di marketing e solo 1,3 miliardi sulla tecnologia, il ceo ha dichiarato che Netflix è molto più una società del settore dei media che una compagnia del tech.

Per il prossimo trimestre, le aspettative di Netflix prevedono di aggiungere 6.2 milioni di abbonati, superando così i 130 milioni. I ricavi sono attesi attestarsi a 3,93 miliardi di dollari, con un utile di 79 cent per azione: si tratta di previsioni superiori alle attese degli analisti.

Correlati:

Commenti


Altre notizie