Milan, Gattuso non fa drammi: "Non sono preoccupato"

Formazioni Torino-Milan, Cutrone torna titolare

Sono messi in campo bene, sono una squadra dura, rognosa. Comunque sì, ci stiamo lavorando e pensando. E' chiaro che dobbiamo migliorare a livello realizzativo, ma non sono preoccupato. "Dobbiamo finalizzare di più ma l'importante è costruire". Servirà una grande prestazione contro una squadra che ha cuore e senso d'appartenenza. "Se non andremo a Torino con la testa giusta rischiamo di fare una figuraccia".

Nel frattempo c'è Torino-Milan, con i Granata che hanno ripreso a correre e il Diavolo che spera di tornare a vincere.

Sul cambio tattico: "In tanti si sono curati ieri, oggi faremo la conta e vedremo chi sta bene o no, l'importante è sapere che se si fa qualcosa di nuovo in poco tempo c'è improvvisazione, io vorrei farlo con un lavoro dietro".

Come vede il suo Milan?

Su Belotti: "L'avevamo preso in comproprietà dall'Albinoleffe, si vedeva che era bravo". Tirava e prendeva sempre lo specchio della porta. Hanno tanta forza fisica e quando stanno bene possono mettere in difficoltà chiunque. Il decimo posto in classifica non lascia adito a speranze Europee ma, senza nulla da perdere, il Toro può abbassare la testa e caricare tutte le ultime sei gare da qui a maggio. "In 20 giorni si era creato un buon rapporto". Se me lo aspettavo così forte? Serve anche un pizzico di fortuna in più, se dico che dobbiamo continuare così è perchè lo credo veramente. Quando ho detto che la coperta è corta non intendevo a livello numerico. Al momento appare in vantaggio l'argentino con il colombiano che potrebbe giocare contro il Benevento nell'anticipo di sabato sera. In questo momento stiamo chiedendo tanto agli attaccanti per rimanere compatti, se non arrivano lucidi davanti alla porta è anche per questo. Quando saremo più squadra, quando avremo i sincronismi a 360 gradi, potremo dare loro più libertà. Suso prova sempre la giocata difficile, cerca di saltare l'uomo sempre, gioca un calcio difficile.

Questa coperta corta: giocano sempre gli stessi. "L'importante è che noi come squadra continuiamo a supportarlo". Belotti sa attaccare bene l'area. Non è a livello numerico questa affermazione. "In questo dobbiamo migliorare, lo so anche io che i giocatori di qualità se facessero 2/3 chilometri in meno sarebbero più decisivi". Il mercato lo farà la società, di certo non arriveranno tanti giocatori perché sono contento di questo gruppo e di questi ragazzi. Mi è piaciuto molto e potrebbe far rifiatare qualcuno. "Gli chiediamo qualcosa in più".

Su Suso alla Seedorf: "Mi aspetto quello che sta facendo, lo voglio più dentro, invece spesso la vuole sui piedi". Il pari col Napoli gli ha dato ulteriori certezze e alla vigilia della partita col Torino sottolinea: "State cavalcando l'onda che stiamo facendo pochi gol".

Locatelli un'opzione per le prossime partite? "Ultimamente mi sta piacendo molto per come si impegna e per come si allena è bello 'cazzuto', lasciatemela passare".

Correlati:

Commenti


Altre notizie